Spaghetti integrali con il pesto di zucchine: una ricetta siciliana e leggera

     

    spaghetti integrali con il pesto di zucchine

     

    Tempo:      prep. 15 min
                       cott. circa 8 min
    Difficoltà:  facile
    Dosi:          4 porzioni
    Costo:        basso

     

    Adoro le ricette regionali, quelle che prevedono l’utilizzo di ingredienti locali, quindi sostenibili ed economici. La Sicilia è famosa per tanti generi alimentari di grande classe, naturalmente le mandorle sono tra questi; inoltre visto che siamo in piena estate, con l’abbondanza di zucchine che c’è in ogni luogo del emisfero nord, non innamorarsi del pesto di zucchine suggerito dalla cara amica virtuale Rosa è quasi impossibile.
    Ormai sapete che quando dedico spazio a una ricetta, non è mai perché buona e basta: i piatti di CHE Food Revolution hanno delle proprietà nutrizionali eccezionali, pur non essendo impattanti per il pianeta, l’ecosistema e la salute.
    Le mandorle sono ricche di grassi mono e poli-insaturi come l’omega-3; di Vit E e del gruppo B; minerali come il calcio, magnesio e ferro; in sintesi la dimostrazione che alcuni alimenti a base vegetale possono essere sostanziosi quanto quelli di origine animale: in una sola manciata abbiamo 6 g di proteine, 14 g di grassi, 162 calorie.
    In più hanno delle notevoli proprietà antiinfiammatorie e antiossidanti, nonché utili nel ridurre i livelli di colesterolo e trigliceridi; grazie al loro elevato contenuto di fibre alimentari, costituiscono un valido alleato per i malati di diabete e/o per coloro i quali seguono diete dimagranti.
    La presenza della vitamina E aiuta sia a mantenere giovane la pelle, che migliorare la salute intestinale grazie all’azione probiotica.
    Raccoglie in se un’ottima concentrazione di ferro e calcio, molto utile per chi assume una ridotta quantità di alimenti di origine animale per combattere i rischi di anemia e/o osteoporosi.

     

    SCOPRI COME MIGLIORARE L’ASSORBIMENTO DEL FERRO

    Ma c’è un’altra cosa che amo delle mandorle: costano molto meno dei pinoli, l’irrinunciabile ingrediente del pesto alla genovese, indiscutibilmente delizioso, ma non sempre a portata di tutte le tasche!
    Un avviso è d’obbligo dunque: vista l’economicità rispetto ai pinoli, possiamo permetterci le mandorle locali; d’altronde per la nostra ricetta ne occorrono appena mezzo etto per 4 persone.

    Le mandorle californiane che hanno invaso il mercato, costituiscono una minaccia per la biodiversità, a causa delle pratiche di produzione intensive e industrializzate: massicce dosi di Roundup (il nome commerciale del famigerato erbicida glifosato) utilizzato per proteggere l’investimento, provoca la morte di milioni di api (per saperne di pclicca qui)

    Se il prezzo fosse per voi ancora insostenibile, fate come me e optate per un mix di mandorle e noci: la frutta secca che amo sia per il suo elevato contenuto di omega-3 che il prezzo proletario.
    L’attenzione negli acquisti va rivolta anche verso le protagoniste della ricetta che danno il nome al pesto: le zucchine. In particolare nella stagione estiva costano davvero poco, quindi potete permettervi di comprare persino quelle bio o dal mercato contadino. Le zucchine forestiere non sono una minaccia solo per il coltivatore locale ma anche per la biodiversità e l’etica: tanti sanno che la soia può essere OGM, ma molti ignorano che anche le care e vecchie zucchine si trovano nella stessa classifica delle verdure con maggiore probabilità di essere OGM: insieme alla soia, mais, barbabietole da zucchero, zucca gialla con la forma allungata, canola, cotone e papaya hawaiana.
    Proprio in quanto ortaggi estivi, con il loro eccezionale contenuto di sali minerali e antiossidanti, riescono a restituirci quanto perduto tramite la sudorazione.
    Inoltre essendo ricche di triptofano, utile per la trasmissione di impulsi nervosi e nella sintesi proteica, si rendono irrinunciabili per i sostenitori delle diete con ridotta quantità di alimenti di origine animale.

    Con un po’ di consapevolezza è facile eliminare i rischi e pericoli dalla nostra lista della spesa: per saperne di più visita la Consapevolezza Alimentare

     

    Ingredienti per gli spaghetti con il pesto di zucchine

    300 g di spaghetti integrali

    per il pesto di zucchine

    3 zucchine medie, tagliate grossolanamente
    4 cucchiai di parmigiano reggiano grattugiato (o pecorino siciliano)
    15 foglie di basilico
    50 grammi di mandorle (o un misto di mandorle e noci e/o pistacchi e/o pinoli)
    1 spicchio d’aglio
    2 cucchiai di olio evo
    sale qb

    per guarnire

    1 zucchina tagliata a cubetti e saltata in padella
    4 pomodorini tagliati a cubetti
    4 foglie di basilico
    un filo d’olio a crudo

    ingredienti del pesto di zucchine

     

    Procedimento

    È una ricetta velocissima, dunque ideale per le persone che rincasano tardi dal lavoro; ma grazie al suo gusto soave e appagante, qualora decidiate di riservarla agli ospiti, preparatevi a ricevere una serie di “mmmh, uuuuh, ooooh, ecc.”: garantito!
    Come prima cosa scottate le zucchine in acqua bollente per 4-5 minuti, dopodiché recuperatele con una schiumarola e mettetele a raffreddare in un piatto: non buttate via l’acqua di cottura delle zucchine, da utilizzare per cuocere gli spaghetti.
    Nel frattempo lavate le foglie di basilico e asciugatele dall’acqua in eccesso; grattugiate il parmigiano (o il formaggio di vostro gradimento) e tagliate a piccoli cubetti la zucchina che servirà ad arricchire il piatto con la sua consistenza croccante (ringrazio Rosaria, amica virtuale, ma sostenitrice reale del movimento CHE Food Revolution, per questo ottimo suggerimento).
    Utilizzando un tritatutto trasformate gli ingredienti elencati in pesto di zucchine: tenete da parte i cubetti di zucchine che utilizzeremo per guarnire il piatto prima di servire.
    Mescolate la pasta con il pesto e nel caso desideraste maggiore cremosità, utilizzate un po’ dell’acqua di cottura.
    Guarnite il piatto con i cubetti di pomodori freschi e le zucchine croccanti, insieme a un altro po’ di pesto e qualche foglia di basilico: e ora preparatevi al vostro “gnam”

    Buon appetito e buona rivoluzione a tutti

     

    Potrebbe interessarti anche:

    Summary
    recipe image
    Recipe Name
    Spaghetti integrali con il pesto di zucchine: una ricetta siciliana e leggera
    Author Name
    Published On
    Preparation Time
    Cook Time
    Total Time
    Average Rating
    4.51star1star1star1star1star Based on 19 Review(s)