Funghi ‘portobello’ ripieni di peperoni e tempeh, con rösti di patate e zucca Delica

     

    funghi portobello ripieni

     

    Tempo:        prep. 8 min
                         ammollo 30 min
                         cott. 15-20 min
    Difficoltà:    facile

    Dosi:            per 2 persone
    Costo:          basso


    Dato che siamo entrati ufficialmente nell’autunno, mi sembra doveroso parlare di qualche alimento dal sapore di bosco, come ad esempio i funghi.
    Con le temperature in diminuzione e l’umidità in aumento, la natura ci offre uno dei suoi ‘frutti’ più miracolosi. Sua Maestà “Boletus Edulis”, alias porcino, solo per citarne uno, fa capolino proprio in questi giorni. Sappiamo tutti che se non si è veri esperti, andare per funghi può essere anche fatale; dunque sarebbe consigliabile e più che altro intelligente acquistarli da un venditore certificato. Tuttavia in tal caso potrebbe essere ‘fatale’ il suo prezzo, per molte tasche, come le mie.
    Ecco allora entrare in azione il mio motto, “non lasciare indietro nessuno”; difatti c’è una soluzione per tutti i problemi, budget compreso: utilizzare un bel fungo portobello, sfruttandone la somiglianza con il “nobile” cugino, e aggiungere alla ricetta una confezione molto proletaria di funghi porcini secchi, sentendovi così in pace con il mondo.
    A proposito dell’essere proletari, va detto che i funghi da sempre vengono considerati come la carne dei poveri, o più modernamente dei validi sostituti per vegani e vegetariani.
    Oltre ad avere una buona percentuale di proteine, la loro riuscita si deve alla struttura, alla palatabilità e masticabilità, cocktail che ricorda le caratteristiche di uno spezzatino. Inoltre il sapore fortificato dei porcini essiccati, naturalmente umami, svolge il suo ruolo di esaltatore della sapidità degli altri ingredienti presenti; il tutto si traduce in un’esperienza ricercata e soddisfacente sotto vari aspetti, non solo nutrizionali, per il fortunato degustatore.
    A completare l’opera la zucca Delica, che oltre ad abbellire il piatto con il suo giallo-arancione acceso, conferisce anche una buona dose di carotene, dalle proprietà anti-infiammatorie e antiossidanti, utili particolarmente durante il cambio stagionale, cioè quando il corpo può aver bisogno di una spinta extra.
    La ricetta dei funghi portobello ripieni è dunque una gioia per gli occhi e per il palato; bilanciata di nutrienti ma anche della stagionalità degli ingredienti. Si tratta di un piatto unico, economico e come sempre etico.
    Inoltre chiunque lo può preparare: infatti nella foto potete ammirare un esemplare realizzato da mio marito, notoriamente lungi dall’essere esperto, il quale ha seguito semplicemente le mie indicazioni.

     

    Ingredienti

    2 funghi portobello grandi
    125 gram tempeh (oppure tofu o spezzatini di soia o seitan ecc.)
    1/2 peperone rosso
    2 fette di zucca delica
    10 grammi di porcini secchi ammollati per mezz’ora in acqua tiepida
    1 cucchiaio d’olio

    per i rösti

    2 patate medie
    1 scalogno
    rosmarino
    1 cucchiaio d’olio
    sale, pepe

     

    Procedimento

    Per questa ricetta dei funghi portobello ripieni molto ricca e nutriente, come prima cosa mettete a mollo i funghi porcini e subito dopo accendete il forno impostandolo a 200°; mentre il forno si riscalda voi grattugiate le due patate. In una padella cuocete per circa 5 minuti lo scalogno tagliato sottilmente insieme ai “filamenti” di patate, poco olio, sale, pepe e qualche pezzetto di rosmarino; dopodiché preparate i rösti con l’aiuto di una coppa pasta rotonda, per una forma classica (se non l’avete quella triangolare va bene comunque), sopra una teglia foderata con carta forno; infornateli senza aspettare il raggiungimento della temperatura: quest’ultimo passaggio, deleterio per i prodotti da forno tipo il pane o i dolci, nel caso delle verdure non comporta nessuna controindicazione e al contrario si risparmia energia, quindi soldi per la bolletta e produzione di gas serra.

    Consiglio in più

    I rösti pur se di nascita ‘elvetica’, vengono preparati in tutto il mondo. Come sapete in quelli classici di solito si aggiunge del formaggio, speck, pancetta o altre “cosucce” non proprio innocenti per i chili in eccesso e la sostenibilità. D’altronde c’è da dire che se amate le patate non avrete bisogno di nessun extra; al limite a fine cottura potrete aggiungere un po’ di senape, unita allo yogurt per dare un quid in più alla loro avvolgente dolcezza.
    Inoltre se gradite una consistenza più morbida, potreste anche lessare le patate per circa 10-15 minuti, prima di grattugiarle. In questo caso però dovete considerare del tempo extra (
    circa due o tre ore in frigo), per farle raffreddare e rassodare in modo tale da poterle maneggiare e grattugiare


    Scopri perché è importante ridurre (o eliminare) il consumo di carne

     

    Senza perdere tempo pulite i funghi con una carta assorbente inumidita; tagliate le fette di zucca in due, meglio se non più alte di 1 cm; tagliate il mezzo peperone a quadratini, oleate leggermente le verdure e i funghi e mettete tutto insieme in una teglia oleata; poi infornate anch’essa. Se il vostro forno non ha i binari per 2 teglie adeguatamente distanziate, potete continuare la cottura dei rösti in padella.
    Nel frattempo tagliate a quadratini il tempeh (o quello che volete usare) e cuoceteli in una padella leggermente oleata a fuoco vivace insieme ai funghi porcini essiccati.

    Dopo circa 10 minuti di cottura tirate fuori dal forno i cubetti di peperoni, tranne il corrispondente a un cucchiaio che verrà usato come decorazione; con un mini pimer fateli diventare una purea, con cui riempire i funghi portobello; a seguire adagiate sopra i cubetti di tempeh aromatizzati ai funghi porcini. Infine guarniteli con i cubetti di peperoni rimasti. Servite il vostro piatto unendo i funghi portobello ripieni con le fette di zucca Delica e i rösti caldi e croccanti per completare tutti i colori dell’autunno.


    Buona cena e buona rivoluzione a tutti

     

    Potrebbe interessarti anche:

    Summary
    recipe image
    Recipe Name
    Funghi portobello ripieni e rösti : benvenuto autunno!
    Author Name
    Published On
    Preparation Time
    Cook Time
    Total Time
    Average Rating
    51star1star1star1star1star Based on 20 Review(s)